Top
sperlonga

A pochi Km da Terracina, su uno sperone roccioso che affaccia su uno dei mari più belli della costa tirrenica, riposa il borgo saraceno di Sperlonga: città slow, borgo più bello d’Italia e bandiera blu d’Europa da oltre vent’anni senza soluzione di continuità.
Il mare cristallino, la sabbia dorata e le numerose grotte marine che si snodano lungo la costa la rendono uno delle mete turistiche più ambite del Lazio.
Sperlonga non è solo mare, ma anche inestimabile patrimonio culturale, storico ed archeologico.
Il centro storico, di origine medievale, è un dedalo di vicoli imbiancati a calce, con contrafforti che si addossano l’una all’altra come a voler ancora proteggere i suoi abitanti. Sviluppatosi intorno ad un castello centrale, venne edificato in cerchi concentrici per proteggere la popolazione dalle incursioni saracene.
Nella favolosa e caratteristica “piazzetta” numerosi e accoglienti esercizi commerciali coccolano miriadi di turisti stanchi dopo una giornata di mare.
Sul tracciato dell’antica via Flacca, costruita dai Romani nel primo secolo dopo Cristo, si sviluppa uno dei più suggestivi percorsi naturalistici del Lazio, percorribile sia a piedi che in bicicletta.
Per gli amanti dello sport, inoltre, è possibile dedicarsi all’arrampicata, affrontando suggestive pareti a picco sul mare.
Sperlonga custodisce inoltre la villa dell’imperatore Tiberio.
Probabilmente la villa, datata primo secolo D.C., si estendeva per oltre 300 metri sul fronte marino e venne ereditata dall’imperatore Tiberio dalla madre Livia, originaria della vicina Fondi. Qui l’imperatore si stabilì per un lungo periodo rendendo la Villa un prestigioso luogo di villeggiatura.
Oggi la Villa è aperta al pubblico e vi si accede tramite il Museo Archeologico Nazionale, che conserva i gruppi scultorie ed i reperti rinvenuti durante gli scavi.

Special thanks Sara Kelany

Foto di Riccardo De Simone

 

sperlonga
sperlonga
sperlonga
previous arrow
next arrow
Slider