Top
Moscato di Terracina

Per tantissimi anni, fino alla bonifica della pianura pontina, il territorio di Terracina bassa fino al mare, era caratterizzato dalla presenza di vigne e vitigni. Ancora oggi, nelle zone di campagna intorno a Terracina, molti sono i vitigni presenti.

Quella del vino è una tradizione antichissima a Terracina. La tipologia di terreno (sabbioso e vicino al mare) che caratterizza questa zona ben si presta alla coltivazione di un’uva che da vita a un vino che ha reso e ancora rende Terracina famosa nel mondo: il moscato di Terracina.

Con il termine moscato s’intende sia il nome dell’uva, sia il nome del vino. L’uva moscato ha chicchi grandi, tondi e dal colore giallo intenso.

La raccolta avviene di solito nella prima decade di ottobre; vengono prodotte diverse tipologie di vino moscato: secco, amabile, passito e spumante.

Proprio per questo motivo, il moscato di Terracina è molto versatile, può accompagnare tutto il pasto dall’antipasto al dessert.

Dal 2007, poi, il moscato di Terracina vanta la denominazione DOC (Denominazione di origine controllata). È possibile degustare un ottimo calice di vino moscato in una delle cantine, nei ristoranti o nelle vinerie di Terracina.

Anche in questo, Terracina dimostra di essere una eccellenza…